Mura di Tramontana

Trapani

Mura di Tramontana

Trapani è un comune di circa 70.000 abitanti (anzi: 68.665 per la prercisione) in Sicilia.
E' conosciuta come "la città del sale de della vela", grazie alla sua attività
economia incentrata principalmente al commercio del sale ed alla sua posizione naturale
localizzata al centro del Mediterraneo.
Grazie al suo porto, infatti, fù considerata un importante sbocco commerciale per Erice (o Monte Erice, anticamente chiamato:"Eryx").
La sua economia, specialmente in passato, si basava e si basa sul commercio del "tonno rosso" (grazie alla tecnica di pesca della "Mattanza"),
all'espeortazione del marmo e del turismo.

Territorio

Trapani è posizionata nella parte occidentale della Sicilia, nel promontorio dell'antica Drepanum in latino, dal greco Drèpanon, (Δρέπανον, falce), data la forma della penisola su cui sorge la città.

Clima
si caratterizza per il tipico clima mediterraneo, costituito da inverni raramente freddi ed estati calde ma generalmente non torride e molto ventilate.

Origini e Mitologia
Le origini

Vista dalle vecchie mura di Tramontana
La mitologia vuole che una falce caduta dalle mani di Cerere oppure di Saturno, quest'ultimo il tradizionale dio patrono della città, si mutò in una lingua di terra arcuata sulla quale sorse poi la città, per tale forma detta appunto Drepanon ("falce" in greco antico).

Età contemporanea
Nel referendum del 1946 la Provincia di Trapani si schierò, unica in Sicilia, in maggioranza per la Repubblica. Il capoluogo, al contrario, espresse un voto monarchico. Tra il 1950 e il 1965 vi fu una lenta ripresa delle attività industriali e commerciali, ma la città non si risollevò mai del tutto dalla crisi dell'immediato dopoguerra ripiegando anonimamente nel terziario e nelle attività connesse al suo ruolo politico e amministrativo di capoluogo di provincia.

Università e cultura
Il Polo Universitario di Trapani, sede distaccata dell'Università degli Studi di Palermo, si trova sul lungomare Dante Alighieri. La collaborazione tra l'Ateneo palermitano e il Consorzio Universitario di Trapani[30] (di cui fanno parte enti pubblici, come i Comuni, e privati della Provincia di Trapani) ha sviluppato attività di ricerca e corsi di Laurea delle facoltà di:

  • agraria
    giurisprudenza
    lettere e filosofia
    medicina e chirurgia
    scienze matematiche, fisiche e naturali.
  • Monumenti e sculture
    Fra i suoi monumenti più importanti ricordiamo:
    La Statua della Madonna di Trapani, attribuita a Nino Pisano
    Monumento a Giuseppe Garibaldi, realizzato nel 1890 da Leonardo Croce.
    Monumento a Vittorio Emanuele II, realizzato nel 1882 dal senese Giovanni Duprè.
    Fontana del Tritone, realizzata nel 1890, trova collocazione in Piazza Vittorio Emanuele. Al centro della fontana il monumento bronzeo realizzato nel 1951 dal maestro trapanese Domenico Li Muli.
    Fontana di Saturno, fatta costruire nel 1342 dal Senato di Trapani per celebrare l'inaugurazione dell'acquedotto, è inserita nella omonima piazzetta.
    Statua della Madonna di Trapani.
    Statua di Sant'Alberto degli Abati, statua reliquiario in argento, opera dell'argentiere Vincenzo Bonaiuto, custodita nella Basilica-santuario di Maria Santissima Annunziata.